Naviga su cartellapaziente.ch

Uso pratico della CIP Collaborazione tra medico di famiglia e farmacista

Situazione nella farmacia

Monica Rossi (75), una paziente aff etta da patologie multiple, è trattata con del Rivaroxaban (Xarelto) in pastiglie da 20mg a causa di una fi brillazione atriale. I valori di creatinina sono analizzati regolarmente nello studio medico associato. Tenuto conto dell’età della paziente, i valori della funzione renale risultano normali. Oltre a essere iscritto nella cartella clinica elettronica dello studio medico associato, l’elenco dei farmaci è registrato anche nella CIP della signora Rossi.

Un giorno la  farmacista della farmacia locale chiama il medico di famiglia nello studio medico associato e lo informa che la signora Rossi si è presentata da lei con una ricetta per l’Ibuprofen in pastiglie da 600mg prescrittole da un medico specialista a causa di dolori reumatici. Grazie alla CIP, la farmacista è in grado di visionare la terapia farmacologica attuale della signora Rossi questo le ha consentito di riscontrare un’interazione tra l’Ibuprofen e il Rivaroxaban.

Sulla base di questa consultazione si stabilisce che alla paziente, per la durata dell'assunzione d’Ibuprofen, deve essere prescritto anche del Pantoprazol i pastiglie 40mg una volta al giorno. La signora Rossi riceve il Pantoprazol direttamente in farmacia e viene informata che dovrebbe presentarsi dal medico di famiglia se i sintomi durano più di una settimana. La farmacista registra le informazioni nella CIP della signora Rossi affi nché il medico specialista sia informato della decisione.

Ultima modifica 15.05.2018

Metta alla prova le Sue conoscenze relative alla CIP

Conosce bene la CIP?

Metta alla prova le Sue conoscenze: bastano 10 risposte! Qui trova un riassunto delle informazioni principali sulla CIP, complete di domande per verificare le Sue conoscenze.