Check delle conoscenze sulla cartella informatizzata del paziente (CIP)

Chi partecipa alla CIP

Tutti i residenti in Svizzera possono aprire facoltativamente una CIP. La partecipazione di ospedali e case di cura è invece obbligatoria.

Per persone malate e sane

Anche se si chiama «Cartella informatizzata del paziente» non bisogna essere malati per aprirne una. Anche chi è sano può avere una CIP. e archiviarvi per esempio il libretto di vaccinazione o la tessera di donatore di organi.

Obbligo per ospedali e case di cura

Sono tenuti ad aderire alla CIP ospedali per le cure acute, cliniche di riabilitazione e cliniche psichiatriche (entro il 2020) nonché case di cura e case per partorienti (entro il 2022). Questo significa che entro il termine devono rendere accessibili le informazioni sanitarie dei loro pazienti nella CIP se questi ultimi ne sono in possesso. Devono essere in grado anche di poter consultare i documenti dalla CIP dei loro pazienti.

Facoltativa per gli altri professionisti della salute

Per i fornitori di prestazioni ambulatoriali, come per esempio i medici in regime di libera professione, i farmacisti o i collaboratori Spitex, la partecipazione è facoltativa. Secondo il Barometro Swiss eHealth (sito in tedesco), la maggior parte di questi professionisti della salute è favorevole alla CIP. Più persone partecipano alla CIP, maggiore è il beneficio che ne deriva.

Check delle conoscenze
Sono una dietista in regime di libera professione. Posso aderire alla CIP?

Selezioni tutte le risposte corrette (è possibile selezionarne più di una):

Ultima modifica 23.06.2020